Valutazione del Rischio di Incendio

Uno degli obblighi del datore di lavoro secondo quanto previsto dall’art. 18, comma 1, lett. t del D. Lgs. 81/08 come modificato ed integrato dal D. Lgs. 106/09 consiste nell’adottare le “misure necessarie ai fini della prevenzione incendi e dell’evacuazione dei lavoratori, nonché per il caso di pericolo grave ed immediato…Tali misure devono essere adeguate alla natura dell’attività, alle dimensioni dell’azienda o dell’unità produttiva, ed al numero delle persone presenti”.

Alla luce delle normative di prevenzione incendi ed in particolare del D.M. 10 Marzo 1998, il Datore di Lavoro viene investito dell’obbligo di preoccuparsi dell’adozione delle misure necessarie per la prevenzione e la gestione delle emergenze, così come il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione ed il Rappresentante dei Lavoratori sono chiamati a collaborare con il Datore di lavoro nell’espletamento di tale obbligo (che confluisce nella valutazione del rischio incendio aziendale). In particolare secondo il D.M. 10 marzo 1998, art. 2 comma 4 nel documento di valutazione dei rischi il datore di lavoro valuta il livello di rischio del luogo di lavoro e, se del caso, di singole parti del luogo medesimo, classificando tale livello in una delle seguenti categorie, in conformità ai criteri che valutano le possibilità di sviluppo e le probabilità di propagazione dell’incendio.

In base a tali criteri le attività vengono distinte in luoghi a livello di rischio incendio

  • Basso;
  • Medio;
  • Alto

Gli strumenti in possesso del Datore di lavoro e del Servizio di Prevenzione e Protezione sono quelli già previsti dal D. Lgs. 81/08 relativamente agli altri aspetti trattati, vale a dire:

  • valutazione del rischio
  • individuazione delle misure di prevenzione e protezione
  • programma di attuazione
  • procedure di sicurezza
  • registro dei controlli (per le attività soggette al rilascio del certificato di prevenzione incendi).

Quest’ultimo registro rappresenta un valido strumento per la gestione delle verifiche periodiche degli impianti e dei dispositivi di salvaguardia antincendio.

Per la valutazione del rischio incendio e per la prevenzione corretta dell’emergenza si dovrà far riferimento anche a quanto contenuto nei programmi di manutenzione, di addestramento, e nelle istruzioni operative di sicurezza.

 

SCARICA LA NOSTRA PRESENTAZIONE