Pratiche catastali

Il catasto è l’inventario dei beni immobilidi un dato territorio, i documenti catastali sono pubblici e non probatori e l’ Agenzia delle Entrate (ex. del Territorio) è l’ente pubblico che svolge attività tecnico-operativa e che si occupa anche di catasto.

La base del rilievo catastale è l’unità immobiliare definita come porzione di fabbricato capace di produrre un reddito proprio indipendente.

Il nostro studio è in grado di assistere il cliente in tutti gli aspetti legati alle pratiche catastali ed in particolare:

ACCATASTAMENTO DI NUOVE COSTRUZIONI E PER VARIAZIONE  – pratica catastale conseguente alle pratiche edilizie sia di nuova costruzione che per variazione dell’unita immobiliare, che influisce sul classamento o sulla consistenza (fusione o frazionamento, cambio di destinazione, diversa distribuzione degli spazi interni, ecc.) deve essere dichiarata in Catasto. L’immobile viene quindi censito, ossia vengono eseguite le operazioni di accatastamento con attribuzione di classe, categoria, eccetera.

VISURE CATASTALI  – ricerca effettuata presso l’agenzia delle entrate per verificare i dati identificativi e reddituali dei beni immobili (terreni e fabbricati), i dati anagrafici delle persone, fisiche o giuridiche, intestatarie dei beni immobili, i dati grafici dei terreni (mappa catastale) e delle unità immobiliari urbane (planimetrie), gli atti di aggiornamento catastale.

PLANIMETRIE CATASTALI – ricerca effettuata presso l’agenzia delle entrate (ex agenzia del territorio) per verificare lo stato planimetrico del catasto al giorno in cui effettuata la richiesta.

ESTRATTO DI MAPPA CATASTALE – è una rappresentazione grafica di una porzione di terreno nella quale sono riportate le sagome degli edifici e dei terreni ed i numeri delle particelle dell’immobile in oggetto e delle parti confinanti.

ISTANZA CATASTALE – è un procedimento che serve a rettificare, correggere o modificare quelle informazioni mancanti, incomplete o non esatte riguardanti un immobile. L’obiettivo principale è quello di sopperire ed eliminare eventuali mancanze e/o dimenticanze dell’ufficio catastale nel corso del tempo.

VOLTURA CATASTALE – Con la domanda di voltura il contribuente comunica all’Agenzia che il titolare di un determinato diritto reale su un bene immobile non è più la stessa persona ma un’altra, per esempio dopo un atto di compravendita, donazione, successione o ricongiungimento di usufrutto. Il modello, infatti, deve essere presentato per aggiornare le intestazioni catastali e consentire così all’Amministrazione finanziaria di adeguare le relative situazioni patrimoniali.

VISURA IPOTECARIA – L’ispezione ipotecaria permette la consultazione dei registri, delle note e dei titoli depositati presso i Servizi di pubblicità immobiliare dell’Agenzia.